Fiume rosso, Delta del Mekong, laguna di Venezia: un confronto sugli strumenti di gestione

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) – Hanoi Project Office, in partnership con l’Ambasciata d’Italia ad Hanoi, parteciperà alla quinta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile attraverso un webinar che si terrà luogo il 13 ottobre. Inserita negli sforzi dell’Italia per raggiungere gli impegni dell’Agenda 2030, la conferenza “Fiume Rosso, Delta del Mekong, laguna di Venezia: un confronto sugli strumenti di gestione” riunisce un gruppo di esperti italiani e vietnamiti in un dialogo sugli impatti dei cambiamenti climatici, compreso l’innalzamento del livello del mare, su habitat naturali e ambienti urbani, presentando scenari futuri e possibili soluzioni per l’Italia e il Vietnam.

L’acqua è una risorsa vitale per sostenere gli ecosistemi, la loro biodiversità e i servizi che sostengono i mezzi di sussistenza di circa 18 milioni di abitanti del delta del fiume Mekong, uno dei più grandi al mondo. Il delta del fiume Rosso, il secondo bacino fluviale più ampio del Viet Nam, si estende per quasi 120 km² e produce quasi un terzo del riso vietnamita. Attualmente, le risorse idriche sono estremamente vulnerabili a causa della riduzione dei flussi dei fiumi, che deriva  dalla costruzione di dighe, dagli effetti dei cambiamenti climatici come l’innalzamento del livello del mare, la siccità, l’intrusione di salinità e alcuni impatti causati dall’uomo come il rilascio di acque reflue e pratiche agricole non regolamentate.

Il Cần Thơ University Climate Change Research Institute ha previsto che, al ritmo attuale, molte province del Delta del Mekong potrebbero essere inondate entro il 2030, mentre molte altre soffriranno della siccità causata dalla diminuzione stagionale delle precipitazioni. Nei prossimi due decenni in Viet Nam si prevedono enormi cambiamenti nelle risorse terrestri e idriche. Ciò ha il potenziale per contribuire notevolmente allo sviluppo, ma anche al degrado ambientale e all’ulteriore emarginazione delle popolazioni vulnerabili e dei loro mezzi di sussistenza.

L’iniziativa “Sviluppo di una piattaforma di monitoraggio e supporto alle decisioni per la gestione del bacino idrico Thai Binh – Red River” realizzata da AICS, supporta il Ministero delle Risorse Naturali e dell’Ambiente nel migliorare la gestione di questo bacino idrografico – dove oltre 26 milioni le persone vivono e dove gli impatti del cambiamento climatico e gli effetti della crescita demografica stanno diventando più visibili e stanno generando pressione sui diversi usi dell’acqua.

L’esperienza di Venezia e del suo Modulo Sperimentale Elettromeccanico (MoSE) realizzato per proteggere la città e la laguna dal fenomeno dell’acqua alta, porterà i partecipanti ad esplorare le caratteristiche di tecnologie simili, in particolare in aree urbane come quelle fiorenti lungo il Mekong e delta del fiume Rosso – colpiti da minacce simili.

Il workshop sarà l’occasione per condividere esperienze e potenziali soluzioni, aprendo la strada alla discussione sulle strategie di mitigazione e adattamento per ridurre i rischi legati all’innalzamento del livello delle acque per paesi sicuri, prosperi e sostenibili.

Puoi registrarti all’evento QUI.

Il webinar sarà disponibile sia in inglese che in vietnamita. Scegli la lingua che preferisci nel pannello Interpretazione di Zoom.

Scarica il programma completo del workshop.

Posted in .